Assertività e Vitalità

LASCIARE IL SEGNO

Secondo modulo del Training Motivazionale per lo sviluppo del proprio potenziale, per migliorare in Assertività e ritrovare Vitalità.

Ha lo scopo di far crescere in te la fiducia e la giusta determinazione

E’ diretto a quelle persone che hanno ben chiaro cosa vogliono dalla vita, ma non riescono ad affermarsi e a realizzare ciò che desiderano, perché si ripetono continuamente: «non sono in grado!», «non posso farcela!».

Il percorso che io propongo si sviluppa su 5 punti:

Quando non credi in te e non hai fiducia nelle tue potenzialità, sorgono pensieri, idee e fantasie, che intossicano la mente con la loro negatività.

Il corso fornirà spunti e tecniche per cambiare il modo di vedere se stessi, per smontare le negatività ed accedere ad una modalità di pensiero positiva e lineare.

Guardare il bicchiere mezzo pieno: cambiare il modo di pensare sviluppa l’assertività, la fiducia in sé e nelle proprie capacità.

Una allenamento per il cervello e un nutrimento per la positività

Cambiare il modo di vedere se stessi significa anche imparare ad apprezzarsi e ad accettarsi così come si è. Questo passaggio non è automatico, ma sicuramente possibile, utilizzando strategie adeguate.

Dare valore a se stessi permette poi di muovere le situazioni secondo i propri desideri.

E’ necessario modificare anche il nostro atteggiamento corporeo, oltre ai nostri pensieri: osservando la propria postura, si comprende il mondo in cui si sta nello spazio e di conseguenza il modo di porsi di fronte alle situazioni e le difficoltà.

Affermarsi, farsi spazio, impedire agli altri di invaderlo, è qualcosa che parte proprio dalla nostra fisicità

Quando facciamo una richiesta, e siamo convinti di ciò che vogliamo ottenere, il nostro corpo partecipa all’intenzione: siamo ben piazzati nei piedi e nelle gambe, lo sguardo è dritto, la voce decisa.

L’assertività legata alla fisicità: La Forza, un Funzionamento di Base del Sé, indispensabile nella vita. Quando non riusciamo ad affermare il nostro spazio e la nostra individualità, probabilmente dobbiamo recuperare la Forza.

Una parte del lavoro è proprio ricontattare la propria Forza a livello corporeo e posturale, sciogliendo i blocchi muscolari ed emozionali che ne impediscono l’espressione. Così da riuscire a liberarci da ciò che ci opprime, distanziarci da chi non ci piace in modo fluido e naturale. Il tutto senza aggredire, ma anzi con una fermezza e serenità che trasmette agli altri senso di sicurezza, ragionevolezza, e li invoglia a dirci sì.

Oltre al pensiero e al non verbale, ci si occuperà del livello della comunicazione verbale. Uno degli obiettivi del corso è imparare ad utilizzare lo stile comunicativo dell’assertività, il quale ti consentirà di:

    1. comunicare in modo chiaro ed efficace, le tue esigenze e i tuoi obiettivi;
    2. affermare opinioni e atteggiamenti senza la paura del giudizio degli altri;
    3. esprimere agli altri i tuoi bisogni e sentimenti;
    4. leggere le tue emozioni e quelle degli altri;
    5. gestire in modo costruttivo le relazioni interpersonali.
  1. Quando non stiamo nell’assertività il nostro stile comunicativo e il nostro agire si possono spostare su due polarità: quella passiva e quella aggressiva. Siamo passivi quando subiamo dagli altri, credendo di essere inferiori. Siamo aggressivi quando, volendoci difendere, attacchiamo o opprimiamo gli altri.

Un importante elemento che rende la nostra comunicazione assertiva, è l’ascolto, che permette di cogliere il punto di vista e lo stato emotivo del nostro interlocutore. Uno spazio del training sarà dedicato quindi a sviluppare ascolto ed empatia.

Ultimo aspetto è la capacità di auto-critica, che, non solo permette di fare critiche costruttive e gestire le critiche degli altri, ma ci consente anche di fare e ricevere apprezzamenti.

Quando siamo appesantiti e schiacciati dagli impegni e dalle preoccupazioni della quotidianità, non siamo adeguatamente preparati ad affrontare le sfide e gli ostacoli che la vita ci presenta e rischiamo di subire gli effetti dello stress.

Lo stress ci influenza sempre e ha un effetto negativo anche sulla motivazione

Avendo una lunga esperienza nella valutazione dello stress e negli interventi di riequilibrio, ritengo importante dedicare parte del percorso alla gestione dello stress.

Innanzitutto è necessario imparare a riconoscere i segnali che indicano che ci troviamo in condizione di stress. Successivamente si potranno apprendere le tecniche per gestirlo, recuperando benessere e affrontando gli eventi in modo pro-attivo.

I fondamentali del mio intervento sono: l’ascolto e l’apertura del respiro, gli esercizi di rilassamento; l’acquisizione delle strategie di coping (necessarie per fronteggiare gli eventi esterni).

Utilizzo sempre il gioco nei miei gruppi di crescita personale. Ancor di più lo faccio in un corso orientato allo sviluppo della motivazione.

E’ fondamentale per il nostro benessere riuscire a sentire ed esprimere la propria vitalità

Il gioco, la risata, l’eccitazione, l’entusiasmo, accalorarsi e buttarsi di slancio nelle situazioni, lasciarsi andare, sentirsi vivi.

Questa capacità, che si esprime naturalmente da bambini, si può affievolire nell’età adulta: molto spesso le persone si prendono troppo sul serio, diventano grigie, monotone, come se essere adulti voglia significare essere rigidi e fiacchi.

Naturalmente la Vitalità non va confusa con l’ ipereccitazione di chi non riesce a star mai fermo, o la falsa gioia di chi ostenta allegria con una risata stereotipata.

Come quello sulla Forza, anche il lavoro sulla Vitalità, va ad agire su un Funzionamento di base del Sé. Una volta recuperata la Vitalità si può affrontare la vita, con Leggerezza e Forza contemporaneamente.

WEEK-END INTENSIVO

Il corso ha un carattere esperienziale: verranno proposte sequenze, tecniche ed esercizi tipici del mio approccio nel lavoro di gruppo, oltre a simulazioni e giochi interattivi per misurarsi con la propria Forza e la propria Assertività.

Leggi i dettagli degli altri due corsi